Amministrazione trasparente - D.LG. 33/2013

DECRETO LEGISLATIVO N. 33 DEL 14 MARZO 2013 Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni

Amministrazione trasparente

 Articolo 1 - Principio generale di trasparenza:  "1. La trasparenza e' intesa come accessibilita' totale delle informazioni concernenti l'organizzazione e l'attivita' delle pubbliche amministrazioni, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.
2. La trasparenza, nel rispetto delle disposizioni in materia di segreto di Stato, di segreto d'ufficio, di segreto statistico e di protezione dei dati personali, concorre ad attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza, di imparzialita', buon andamento, responsabilita', efficacia ed efficienza nell'utilizzo di risorse pubbliche, integrita' e lealta' nel servizio alla nazione. Essa e' condizione di garanzia delle liberta' individuali e collettive, nonche' dei diritti civili, politici e sociali, integra il diritto ad  una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino......". 

Vista la delibera 21 ottobre 2014 n.145/2014 dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) avente per oggetto : “Parere dell’Autorità sull’applicazione della l. n.190/2012 e dei decreti delegati agli Ordini e Collegi professionali”.
Considerato che, ai sensi della suddetta delibera, gli Ordini professionali, anche di livello territoriale, avendo la natura giuridica di enti pubblici non economici, risultano destinatari della normativa in materia di prevenzione della corruzione di cui alla Legge n. 190/2012 e conseguenti decreti delegati;
Vista la Circolare n. 365 /XVIII Sess. in data 28.04.2014 del Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI) e la Circolare n.446 /XVIII Sess. in data 4.11.2014 del Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI), dove si ritiene “necessario che i Consigli degli Ordini territoriali si attivino per adeguarsi ai contenuti della delibera n.145/2014 dell’Autorità Anticorruzione”;

L'Ordine degli Ingegneri della Regione Autonoma Valle d'Aosta sta quindi adeguando i contenuti di questa sezione alla luce della vigente normativa.